"Ricaricare" la casa con l'auto elettrica? Si può fare!

Categoria: ACCESSORI
Pubblicato Venerdì, 18 Luglio 2014 15:47
Scritto da Matteo "ufo" Bucchi
Visite: 1652

Nissan Leaf to Home

Tranquilli, il titolo non è sbagliato! Non stiamo parlando, infatti, di ricaricare l'auto elettrica con l'impianto di casa, ma dell'esatto contrario. L'idea è stata partorita da Nissan ed il progetto, già sviluppato con successo, si chiama "Leaf to Home". In Giappone il sistema è già posseduto dal 3% della clientela.

Ma di cosa si tratta? In pratica, con il dispositivo creato da Nissan sarà possibile commutare il flusso di energia tra l'auto e l'abitazione, cioè cambiare il verso in cui questa scorre. Si può utilizzare la corrente di casa per ricaricare l'auto, ma si possono usare le batterie dell'auto al posto dell'impianto di casa quando desiderato. Questo può essere utile in diversi casi. Ad esempio, in caso di emergenza, per blackout o altri problemi tecnici, l'auto può alimentare l'impianto di casa. Inoltre, quando serve più carico è possibile usare congiuntamente l'impianto di casa e le batterie dell'auto, nel caso della Nissan Leaf si può arrivare fino a 6 kWh grazie alle batterie dalla capacità totale di 24kWh. Infine, si può usare l'energia immagazzinata nell'auto per risparmiare dalle fasce orarie in cui l'elettricità costa di più e ricaricare le batterie nelle ore notturne (quando il costo è inferiore).

Il perché di tanto successo in Giappone è presto spiegato: oltre alla maggior diffusione dei veicoli elettrici, il paese del sol levante soffre la piaga dei terremoti, che periodicamente causano blackout sulla linea elettrica. In ogni caso, Leaf to Home arriverà anche in Europa alla fine dell'anno, sarà più piccolo della versione giapponese, ma avrà lo stesso prezzo di 3.500 euro.