L'Unione Europea vuole veicoli elettrici più rumorosi!

Categoria: LEGGI E BUROCRAZIA
Pubblicato Venerdì, 18 Aprile 2014 18:44
Scritto da Matteo "ufo" Bucchi
Visite: 2493

L'UE vuole veicoli elettrici più rumorosi!

Come ormai quasi tutti sanno, uno degli elementi caratteristici di un veicolo elettrico consiste nella sua assoluta silenziosità. Il motore non emette quasi alcun rumore durante il suo funzionamento e l'unico tipo di rumore percepito è il cosiddetto "rumore di rotolamento", dovuto agli attriti meccanici tra gli elementi della trasmissione e soprattutto al rotolamento delle ruote sull'asfalto. Ma siamo sicuri che un veicolo silenzioso sia una buona cosa?

Secondo l'Unione Europea il poco rumore emesso è effettivamente un problema. In particolare, pedoni e ciclisti rischiano di non sentire i veicoli arrivare, ad esempio durante un attraversamento. Ecco allora che entro 5 anni le case automobilistiche e motociclistiche dovranno dotare i veicoli elettrici prodotti di un opportuno sistema di allarme acustico. Quest'ultimo potrebbe, presumibilmente, riprodurre il rumore di un veicolo tradizionale.

Il provvedimento fa parte di un pacchetto di leggi che l'UE ha varato allo scopo di ridurre le emissioni acustiche del 25% sui veicoli tradizionali. Paradossalmente, lo stesso pacchetto richiede che i veicoli elettrici aumentino tali emissioni.

Ad ogni modo, le case produttrici non sembrano particolarmente spaventate dalla notizia. "Toyota sta lavorando da anni e sia in Giappone che negli Usa è disponibile un avvertimento acustico sulla Prius. La tecnologia già c'è", afferma la Toyota all'Adnkronos. Mentre Renault ricorda che "i veicoli elettrici Renault sono già equipaggiati di un dispositivo sonoro che permette di farli sentire al pedone".

Il dispositivo Renault, montato anche dalla Renault Zoe, si chiama Z.E. Voice ed entra in azione solo a veicolo in movimento. Funziona tra 1 e 30 km/h e permette ai pedoni di sentire l'automobile in arrivo ed anche di valutarne la velocità, in quanto la frequenza del suono varia con la velocità del veicolo. Superati i 30 km/h il sistema si disattiva in quanto è sufficiente il rumore di rotolamento a segnalare la presenza del veicolo.

Fonte: www.liberoquotidiano.it