Toyota venderà dal mese prossimo l'auto a idrogeno Mirai

Categoria: NOTIZIE
Pubblicato Mercoledì, 19 Novembre 2014 13:31
Scritto da Matteo "ufo" Bucchi
Visite: 1680

Toyota Mirai

Toyota, già famosa per le sue tecnologie ibride, proverà ad entrare nel nuovo mercato delle auto ad idrogeno. Dal mese prossimo, a partire dal 15 Dicembre, Toyota comincerà a vendere le prime auto a cella a combustibile in Giappone. A metà 2015, invece, le vendite saranno estese a Europa e Stati Uniti. All'inizio però le unità vendute saranno poche centinaia ed i prezzi non alla portata di tutti.

Il modello proposto dalla multinazionale giapponese si chiama Mirai ed è una 4 porte dallo stile sportivo. Il prezzo prima delle tasse sarà di 6.7 milioni di yen (circa 46.000 euro). Toyota prevede di vendere in un anno 400 esemplari in Giappone, dove la tecnologia a idrogeno è diffusa e le stazioni di ricarica sono oltre 40. Di queste, già 200 sono state prenotate. Solo 300 sono, invece, le proiezioni di vendita per il resto del mondo. In Europa il prezzo dovrebbe essere di 66.000 euro più tasse.

A differenza dei veicoli elettrici, quelli ad idrogeno non hanno problemi di autonomia. La Mirai può percorrere fino a 650 km con un pieno ed i tempi di rifornimento sono di appena 3 minuti. Al termine del processo di elettrolisi inversa, sul quale si basano le pile a combustibile, non vengono rilasciate emissioni inquinanti ma soltanto vapore acqueo. Tuttavia, il dibattito è aperto sulla reale ecosostenibilità della produzione o estrazione di idrogeno e molti dei sistemi attualmente adottati fanno ricorso ai combustibili fossili (se siete curiosi potete saperne di più su questa pagina di Wikipedia).

"Nel tempo, i veicoli a cella a combustibile diventeranno molto diffusi. Vogliamo fare il primo passo". Sono le parole di Mitsuhisa Kato, vicepresidente esecutivo Toyota. "Vogliamo essere all'avanguardia. Dipendere meno dal petrolio è molto importante. Il Giappone deve spendere denaro per importare il carburante, quindi dovremmo usarlo con più cautela possibile". Ma ha davvero senso investire su una tecnologia così incerta come l'idrogeno? Yoshikazu Tanaka, vicecapo ingegnere Toyota per lo sviluppo di veicoli di nuova generazione, risponde così alla questione: "Fu una grande sfida quando introducemmo per la prima volta la Prius, o l'auto ibrida, nel 1997. Ed è una sfida ancora più grande questa volta perché mancano ancora le infrastrutture, ma vogliamo essere al comando di tutto questo".

Toyota competerà in terra nipponica contro Honda e Nissan, anch'esse determinate ad incrementare le vendite di veicoli ad idrogeno. Honda ha già un modello ad idrogeno, la FCX Clarity, ma le vendite sono state limitate. Nel frattempo sta però investendo sulla FCV Concept. Nissan sta invece lavorando su TeRRA SUV concept, presentata già nel 2012 al Paris Motor Show.