Principato di Monaco: esempio di eco-mobilità!

Categoria: NOTIZIE
Pubblicato Venerdì, 25 Marzo 2016 17:35
Scritto da Jona Hoxhaj
Visite: 1252

Principato di Monaco, mobilità sostenibile

Un principato decisamente eco-friendly, quello di Monaco. Lo conferma l’adozione dei due van 100% elettrici, per il trasporto di beni e persone, utilizzati allo scopo di abbattere l’impatto ambientale degli spostamenti all’interno della storica residenza reale.
Sua Altezza Reale Alberto II, il principe sovrano, ha ricevuto i due veicoli, forniti da Nissan, nel corso di una cerimonia ufficiale. Il fortunato veicolo reale è l’e-NV200 in versione 5 posti, fratello a trazione elettrica del già rodato NV200, rispetto al quale vanta una riduzione del 75% sulla spesa carburante e del 40% sui costi di manutenzione.

Il vano di carico dell’e-NV200 vanta una capacità di 4,2 metri cubi (lo stesso volume di carico del modello diesel) che consente di trasportare due Euro-pallet standard ed offre una capacità di carico di 770 kg. L’utilizzatore può scegliere tra una ricca gamma di dotazioni, come il Bluetooth, fari automatici, tergicristalli automatici e il sistema di apertura Nissan Intelligent Key. Inoltre, si può programmare l’accensione del climatizzatore di bordo ancora prima di entrare nell’abitacolo, mentre il veicolo è in carica, grazie a un’applicazione per smartphone che consente la gestione e il monitoraggio del veicolo. L’ecovan garantisce ben 170 km di autonomia per ogni singola carica (con tempi di 30 minuti per passare da 0 all’80% con la ricarica rapida): nonostante ciò, è ferma la decisione del Principato di utilizzarlo esclusivamente all’interno della proprietà della famiglia Reale, per gli spostamenti della stessa.

Non è la prima volta che il Principato si erge a difesa dell’ambiente, adottando soluzioni a zero emissioni: negli ultimi anni, diversi sono stati gli eco-veicoli reali e si registra che il Principato abbia ridotto le emissioni medie dell’8% nel periodo 2008-2012, facendo seguire un ulteriore taglio del 13,2% nel 2012. E non finisce qui. Lo stesso Principe ha sottolineato la vitale importanza della riduzione delle emissioni di gas serra, insieme agli obiettivi ambiziosi di Monaco: “ottenere una diminuzione del 50% delle emissioni di carbonio entro il 2030 e raggiungere le zero emissioni entro il 2050”.

A tale scopo sono volte anche le politiche energetiche adottate, l’incentivazione all’utilizzo dei mezzi pubblici a basse emissioni, l’adozione di veicoli ecologici, la gestione dei rifiuti improntata alla riduzione dell’inquinamento. Si potrebbe obiettare che questi cambiamenti non hanno un vero impatto sull'ambiente, ma anche dare il "buon esempio" è importante. Quante auto blu ecologiche sono state comprate, fino ad oggi, in Italia...? Che dire, allora, di queste scelte Reali, se non che sono Realmente condivisibili...?