Zapgrid, l'app per la gestione delle colonnine di ricarica

Categoria: NOTIZIE
Pubblicato Mercoledì, 30 Novembre -0001 01:00
Scritto da Jona Hoxhaj
Visite: 830

Zapgrid, l'app per la gestione delle colonnine di ricarica

Come sappiamo, la mobilità elettrica sta prendendo sempre più piede, con il suo bagaglio di vantaggi ed allo stesso tempo difficoltà che impediscono una diffusione radicale. Uno dei fattori che maggiormente fa discutere è la gestione delle colonnine di ricarica per le electric cars. A questo proposito, il PNIRE (Piano Nazionale Infrastrutturale per la Ricarica dei veicoli alimentati ad energia Elettrica), redatto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, si è posto come obiettivo quello di ideare progetti per migliorare la distribuzione e la gestione dei punti dedicati alla ricarica, con uno stanziamento pari a 30 milioni di euro da destinare all’installazione di circa 19.000 colonnine in tutto il Bel Paese entro l’anno 2020. Obiettivo sul quale la mobilità italiana non può non puntare, considerando che nel 2016 sono state acquistate 2.560 auto elettriche, che rappresentano solo lo 0,1% della quota europea.

Dalla collaborazione tra G.M.T. e Sonepar è nato Zapgrid, un sistema pensato proprio per favorire la diffusione delle auto elettriche, rispondendo all’esigenza dei clienti di un servizio completo e flessibile di ricarica, efficace e di facile gestione. Questa applicazione permette all’utilizzatore di avere sempre sotto controllo lo stato della stazione di rifornimento, in modo pratico e veloce ed in tempo reale, accedendo a statistiche aggiornate e gestendo tutte le colonnine dei vari produttori. L’utilizzatore dunque potrà sempre conoscere quali sono le colonnine disponibili nelle vicinanze e monitorare l’avanzamento delle operazioni di ricarica.

Investire sulla tecnologia per l’avanzamento dell’evoluzione sostenibile deve essere un’esigenza ed insieme una priorità per il futuro. E in questo futuro, come sappiamo, la mobilità elettrica giocherà un ruolo sempre più importante, per il singolo e la collettività. Tale investimento sul futuro non è solo verbale, ma si è concretizzato con la realizzazione di accordi con le Università del Veneto e della Puglia, finalizzati all’assunzione di figure professionali all’interno di G.M.T. e Sonepar. E voi cosa ne pensate? Ritenete utile investire in app e tecnologie per la ricarica o avete altre idee o proposte che vi piacerebbe vedere realizzate? Fatecelo sapere nei commenti!