Renault Zoe

Categoria: NOVITÀ AUTO
Pubblicato Martedì, 11 Giugno 2013 14:39
Scritto da Jona Hoxhaj
Visite: 3022

Renault Zoe

Dal 2013 Renault lancia la nuova Zoe, la berlina 100% elettrica, a 5 posti, alta 1562 mm, larga 1730 mm e lunga 4084 mm. L'auto, dal motore di 65 kW e una coppia sviluppata di 220 Nm, raggiunge una velocità massima di 135 km/h e ha un'autonomia di 210 km (secondo il ciclo NEDC, il nuovo ciclo di guida europeo). Il motore della nuova Zoe è alimentato da batterie agli ioni di litio e manganese ricaricabili grazie ad un sistema ideato da Renault, denominato Caméléon, il quale prevede la possibilità di ricaricare in più modalità: con la presa elettrica di casa (3 kW) impiegando dalle 6 alle 9 ore, oppure mediante le colonnine di ricarica da 22 kW che richiedono un'ora per ricaricare le batterie all'80%, oppure ancora con le colonnine da 43 kW che invece richiedono mezz'ora, sempre per una ricarica all'80%.

La Zoe appartiene ad un progetto concepito da Renault già da alcuni anni, il cosiddetto progetto Z.E (Zero Emissions), che si propone di realizzare veicoli eco-friendly, aventi motore elettrico. Essa rappresenta in realtà il punto di arrivo di un percorso iniziato ancora prima del progetto Z.E, nel 2005: in quell'anno il Salone di Ginevra conobbe la prima di una serie di concept cars dal nome Zoe.

La concept del 2005, Zoé City Car, era un'auto a tre posti lunga solo 3.45 m, con tetto sollevabile e portiera lato passeggero scorrevole elettricamente. A differenza delle altre concepts, era alimentata da un classico motore 1.2 a combustione interna con sovralimentazione mediante turbocompressore e un cambio robotizzato a 5 rapporti.

La successiva concept del 2009, Zoe Concept, presentata al Salone di Francoforte, introdusse la propulsione elettrica. Il suo motore elettrico alimentato da batterie al litio era in grado di erogare fino a 95 CV di potenza massima. L'autonomia della vettura era pari a 160 km e la velocità massima raggiungibile 140 km/h. Un tetto a pannelli solari alimentava l'impianto di condizionamento.

Nel 2010 fu presentata la Zoe Preview, esteticamente molto simile al modello definitivo; il motore elettrico era stato depotenziato a 80 CV rispetto a quello della concept precedente, la velocità massima era di 135 km/h, mentre l'autonomia era rimasta invariata.

Infine, il Salone di Ginevra del 2012 ha conosciuto la definitiva Zoe. La sua linea costruttiva è quella classica della vettura con motore a scoppio, pur essendo un modello completamente elettrico. Il pianale utilizzato è lo stesso delle Clio III e IV, oltre che delle Nissan Micro e Note. Le batterie pesano 280 kg e sono disposte al centro del pianale. Per evitare che esse si incendino, in contemporanea con l'attivazione degli airbag si aziona un interruttore che taglia l'erogazione della corrente e della tensione. E' stata utilizzata anche qui l'ormai solita tecnologia della progettazione delle zone ad assorbimento d'urto. La scocca della Zoe prevede l'utilizzo di longheroni che in caso di impatto assorbano l'energia cinetica.
L'impatto frenante è di tipo misto, con dischi autoventilanti all'avantreno e tamburi al retrotreno.

Per quanto riguarda il lancio della vettura in Italia, è stato stretto un accordo con la Enel, che ha ideato un sistema di ricarica veloce presso le apposite colonnine urbane.
Unico, grosso "neo": le batterie non sono incluse nel prezzo, ma sono noleggiabili, tramite un canone variabile a seconda del paese e che, in Italia, ammonta a 79 euro al mese al momento del lancio dell'auto.
Il prezzo di listino della vettura è invece 21.650 euro, cifra che, nonostante le spese di noleggio, la rende la più conveniente auto elettrica finora proposta.