Tesla Motors Model S in versione D: dalla California ancora innovazione

Categoria: NOVITÀ AUTO
Pubblicato Domenica, 12 Ottobre 2014 11:12
Scritto da Matteo "ufo" Bucchi
Visite: 1771

Tesla Model S versione D

La base di partenza è sempre l'ormai famosa Model S, ma il risultato è qualcosa di completamente diverso. La versione D, abbreviazione di Dual, introduce un secondo motore elettrico, consentendo di ottenere la trazione integrale. I due motori sono, infatti, montati sui due assi anteriore e posteriore e la trazione è controllata dal potente sistema computerizzato.

Le 4 ruote motrici non sono l'unico obiettivo raggiunto: interessanti sono anche i nuovi valori di performance ed autonomia. Dal confronto tra i dati della P85D e la versione P85 "base" risulta che l’accelerazione da 0 a 96 km/h è migliorata di quasi un secondo, scendendo a 3,2 secondi. Anche la velocità massima è stata portata a 250 km/h, rispetto ai 210 km/h della P85. Leggermente migliorata anche l'autonomia che si attesta intorno ai 442 chilometri. La Tesla Model S P85D offre la bellezza di 691 CV e 930 Nm.

Elon Musk, amministratore delegato Tesla Motors, ha inoltre confermato un upgrade tecnologico a tutto tondo, che interessa anche la piattaforma S, per tutte le versioni 60, 85 e P85. Tra le altre cose, spiccano sicuramente il sonar con visione a 360 gradi, il radar anteriore e la videocamera con riconoscimento delle immagini. Questi strumenti servono ad aumentare la sicurezza e ad introdurre l'adaptive cruise control, uno strumento per la guida semi-automatica in grado di correggere o mantenere la velocità, di riconoscere i limiti di velocità segnalando eventuali infrazioni al conducente e di fermarsi autonomamente in caso di impatto imminente. Non solo: le Model S potranno evitare i colpi di sonno e le sbandate, rimanendo automaticamente nella propria corsia. Utilissima, inoltre, la tecnologia per il parcheggio automatico senza intervento del conducente. Anche la segnalazione in tempo reale del traffico è un ottimo ausilio alla guida ed è perfettamente in linea con l'obiettivo del rispetto dell'ambiente.

Le novità, come immaginabile, si pagano. La versione 60D costerà 75.070 dollari, quattromila in più rispetto alla versione precedente; la versione 85D richiederà invece ben 85.070 dollari. Infine, per la più performante P85D il cliente dovrà essere pronto a sborsare ben 120.170 dollari. Si tratta comunque di prezzi in linea con le supercar Ferrari, Lamborghini, Porsche, ecc. rispetto alle quali la Model D si pone in concorrenza, sia per prestazioni che per esclusività. La commercializzazione partirà a Dicembre con la P85D, mentre le altre versioni saranno disponibili a Febbraio.