Be.e, lo scooter più "verde" del mondo

Categoria: NOVITÀ MOTO
Pubblicato Mercoledì, 30 Novembre -0001 01:00
Scritto da Jona Hoxhaj
Visite: 1723

Be.e, scooter elettrico in fibra naturale

Il più eco-compatibile fra le due ruote a motore arriva da Amsterdam. Si tratta di Be.e, il frutto di un progetto tutto olandese nato dalla collaborazione tra lo studio Waarmakers, l'Inholland University of Applied Sciences e la società NPSP composites.
Be.e utilizza esclusivamente materiali compositi realizzati con fibre naturali e bioresine. Lo scooter si avvale di una monoscocca portante in NFC (Natural Fibre-Reinforced Composites). Abbiamo a che fare con un materiale biocomposito che si propone come “eco-sostituto” della fibra di vetro, utilizzando le fibre naturali di canapa, lino e cellulosa sintetizzata.
Quattro anni di garanzia sono sufficienti a dare prova della robustezza di tali materiali. Alla fine del ciclo di vita del veicolo, sarà possibile rilavorare l'intera struttura per immetterla in un nuovo ciclo produttivo.

Il Be.e si propone come scooter leggero per l'uso cittadino, come mezzo che offre grande affidabilità e poca manutenzione. La Waarmakers afferma che servono meno componenti rispetto a uno scooter tradizionale e che il peso scende a 95 Kg. La dimensioni sono contenute - 2200 mm in lunghezza, 850 mm in larghezza, 1450 mm di altezza incluso il parabrezza e un interasse di 1550 mm.
Questo interessante veicolo offre 100 Nm di coppia e raggiunge i 55 km/h grazie al motore elettrico da 4 kW. L'autonomia va da 55 a 80 km a seconda della velocità e il Be.e è dotato di un caricabatterie da 600 Watt che offre 20 Km di autonomia per ogni ora trascorsa in carica.
I freni idraulici a disco davanti e dietro sono forniti da Jjuan. Immancabili inoltre il vano per il casco, posizionato sotto la sella, le porte USB, il porta-smartphone e le frecce full-LED.

Che cosa dire, infine, del prezzo di lancio? La Van.Eko, che costruirà lo scooter, ha avviato un programma di noleggio che parte da 140 euro al mese per 300 km di percorrenza. Riuscirà questo curioso scooter che rinuncia alla plastica a prevalere sulla concorrenza?