Yamaha PES1: l'elettrico secondo la Casa dei 3 Diapason

Categoria: SALONI
Pubblicato Sabato, 30 Novembre 2013 18:17
Scritto da Matteo "ufo" Bucchi
Visite: 1823

Sono tante le novità presentate dalle case giapponesi al Tokyo Motor Show 2013 (aperto al pubblico dal 23 Novembre al 1° Dicembre). Alcune di queste rappresentano modelli pronti per essere lanciati sul mercato, mentre altre sono concept che anticipano il futuro della mobilità su 2 ruote. Tra queste ultime si distinguono senza dubbio le proposte di Yamaha che, infatti, ha presentato ben 4 nuovi veicoli elettrici: lo scooter EVINO, la moto per bambini eKIDS, la mini cross PED1 e la sportiva PES1.

Ed è proprio la PES1 quella che meglio rappresenta il punto di vista della Casa di Iwata riguardo ai veicoli elettrici. È infatti noto agli utenti delle 2 ruote che il peso del veicolo è un aspetto fondamentale che modifica in modo consistente la dinamica del mezzo e le possibilità di adattarla al proprio stile di guida. Le moto sportive dovrebbero essere il più agile possibile per regalare emozioni in pista e su strada: è questo l'obiettivo fondamentale che ha guidato la progettazione e lo sviluppo della PES1.

Il nome del concept è acronimo di Passion Electric Street e vuole indicare che si tratta di una moto elettrica stradale gustosa da guidare. Dal punto di vista estetico, la moto si contraddistingue da spazi vuoti in corrispondenza della zona serbatoio (che infatti non è presente su un veicolo elettrico) e del codino. Al contrario, la moto è "piena" nella parte centrale, dove si trovano il propulsore e le batterie, organizzati in una struttura monoscocca (Yamaha Smart Power Module) che funge anche da telaio. Completano il tutto un frontale rastremato ed un puntale dal design aggressivo. Nel complesso, la moto risulta compatta e al tempo stesso robusta.

La ciclistica vanta una forcella a steli rovesciati ed un monoammortizzatore posizionato orizzontalmente sotto al veicolo. I freni sono a disco sia all'anteriore che al posteriore. Le moto misura 1.918 mm di lunghezza, 640 mm di larghezza e 1.000 mm di altezza. La Yamaha ha dichiarato un peso inferiore ai 100 Kg, un traguardo difficile da raggiungere con una moto elettrica a causa del peso considerevole delle batterie.

Il motore è un brushless a corrente continua, alimentato da batterie agli ioni di litio. Interessante la trasmissione montata dalla PES1, che può essere utilizzata in modalità automatica o manuale, aumentando così l'emozione di guida. Il finale della trasmissione è a cinghia. La casa non ha dichiarato le prestazioni del motore, cosa che fa supporre che il piacere di guida derivi più dal peso contenuto e dall'agilità del mezzo che dalle alte prestazioni.